DJ Kruger Agostinelli

Kruger Agostinelli, storico DJ marchigiano, ne avrebbe davvero tante da raccontare.
Capogruppo per le Marche dell’Associazione Italiana Disk Jockey, disco DJ nei migliori club della regione: Covo Nord Est, Krakatoa, Papagayo, Carillon, Piranha… attivissimo anche nella radiofonia, a partire da Radio Conero International, Radio Senigallia fino alla sede regionale RAI, proprietario dello storico negozio di dischi Disco Fantasia a Falconara, giornalista, art director, PR e, chi più ne ha, più ne metta. Nella sua brillante carriera Kruger ha incontrato tantissimi grandi artisti; solo per citarne alcuni: Ray Charles, Gloria Gaynor, Sister Sledge.


A Kruger è stato doverosamente riconosciuto il Disco Diva Award nell’edizione 2016.

Per Disco Diva Kruger ricorda un evento assolutamente speciale: Donna Summer in concerto al Piranha…
“Donna Summer all’inaugurazione del Piranha, la mitica discoteca che prese il via nel 1977 dalle illustri ceneri del Krakatoa Club a Falconara Marittima, in provincia di Ancona. I ricordi rendono tutto più misterioso, c’è una specie di scia che accarezza la memoria del tempo che sembra cambiare forma. “Abbiamo il nome per l’inaugurazione del Piranha” mi disse Tonino Carraro, l’indimenticabile Re delle notti marchigiane, colui che porto gli spettacoli impossibili nel mitico Covo Nord Est di Senigallia. Da Fabrizio De Andrè a Ray Charles tanto per fare due dei tantissimi nomi che chiamò alla sua corte. Avevamo inaugurato due anni prima il Carillon di Cesano di Senigallia con Gloria Gaynor ma ovvio che stavolta si volesse superare alla grande. Il nome era quello di Donna Summer, colei che sotto la regia musicale di Giorgio Moroder brillò a tal punto da far credere che neanche esistesse e che era il frutto di una magia in sala d’incisione. Eppure era tutto vero, soltanto due date in Italia, alla Capannina di Viareggio e da noi nelle Marche. Arrivò pure la carovana televisiva dell’Altra Domenica di Renzo Arbore che nell’occasione mandò come inviato Michel Pergolani. Ed io ero lì a 30 cm da lei, il fortunato disc jockey che accompagnarono quelle stagioni indimenticabili che, ironia della sorte, molti celebrano senza averlo mai toccate con mano mentre io le vivevo in prima persona e le raccontavo con il mio mentore Pino Scaccia. Stagioni in cui sflilarono pure James Brown, Grace Jones, Asha Putli e pure Van Mc Coy.
Insomma è bello essere stati protagonisti sul serio.”