Soul survivors

Mr. Cermansky, questa sera i Trammps ci faranno ascoltare anche qualche classico Philly Sound? “Si, certo! Ci saranno alcune canzoni di O’Jays, Harold Melvin, Spinners e Stylistics. Sarà un bellissimo concerto.”

Anche The Devil made me do it? “Ma… è la canzone di Robert! Robert, qua si ricordano la tua The devil made me do it del 1974! (Robert Upchurch sorride). E tu ricordi che cosa c’era nel lato B del 45?” No, proprio non ricordo! “Era Glad you’re mine!” 

 

Dopo la chiacchierata con Edward Cermansky, manager dei Trammps dal 1975, il concerto che Disco Diva ci ha regalato in questa edizione 2018 nella serata di sabato 16 giugno, si preannunciava sotto i migliori auspici.

Veder salire sul palco i Trammps in sfavillante completo bianco, scarpe comprese, con sciarpa di seta azzurro brillante abbinata con il gilet, è stato davvero emozionante. 

Robert Upchurch, Jimmy Wells, David Nobles e Van Fields, accompagnati dagli eccezionali Frankie & Canthina Band, iniziano il concerto con un inno del Philly Sound, TSOP – The Sound of Philadelphia di MFSB – Mother Father Sister Brother, una vera e propria sigla per iniziare al meglio.

Subito dopo i primi successi dei Trammps, quelli di quando ancora non si parlava di musica disco ma di soul music: Stop and think, Where do we go from here, Hold back the night.

Arrivano, accompagnate dai sinuosi movimenti sul palco dei Trammps (il loro stile non ha età) alcuni classici di Philadelphia: I love music e Love train degli O’Jays, The love I lost di Harold Melvin & the Blue Notes (quella volta cantata da Teddy Pendergrass) e I’ll be around degli Spinners. 

Non mancano i momenti romantici quando, a luci soffuse, vengono intonate You are everything e You make me feel brand new degli Stylistics.

Fortissima emozione nel sentire l’oceano di pubblico presente cantare tutte le canzoni proposte dai Trammps. Poi… via! Ritornano i successi dei Trammps: That’s where the happy people go, The night the lights went out e, annunciata da una vera fiammata sul palco, l’immancabile Disco inferno.

Spazio anche per Frankie dei Canthina Band che, con background vocals dei Trammps, canta Rock with you di Michael Jackson. A suggellare questo evento magico, che rimarrà indelebile nel cuore e nell’anima di tutti i presenti, le Ritchie Family e Lenny Zakatek dei Gonzalez si uniscono ai Trammps sul palco di Disco Diva per proporre Bad luck, altra hit di Harold Melvin e Teddy Pendergrass; un finale scoppiettante accompagnato da fragorosi applausi.

The Trammps… soul survivors. 

 

 

Photo: Betiula